come attivare la sim ho

come attivare la sim ho

Hai appena acquistato una SIM ho-mobile ma non riesci proprio ad attivarla?
Ci sono stati dei problemi durante la procedura di attivazione e non sai come risolverli?
Sarai ben felice di sapere che sei nel posto giusto al momento giusto.
Infatti, a breve ti spiegherò come attivare la SIM ho.

Come risultato finale, potrai iniziare a utilizzare la tua SIM e goderti i GB, i minuti e gli SMS compresi nell’offerta che hai sottoscritto.
Nel caso te lo stessi chiedendo, ti spiegherò anche come attivare Internet sulla tua SIM ho-mobile, in modo da iniziare sin da subito a sfruttare al meglio le possibilità offerte dall’operatore telefonico virtuale controllato da una società del gruppo Vodafone.

Coraggio:
che aspetti lì impalato?
Vuoi iniziare a utilizzare la tua offerta ho-mobile o no?
Sì?
Perfetto, allora leggi e metti in pratica le brevi istruzioni che trovi qui sotto.
Ti assicuro che, in pochissimi minuti, avrai raggiunto il tuo obiettivo e non ti sarai pentito di seguire questa guida.
A me non resta altro da fare, se non augurarti buona lettura e buona attivazione della tua scheda!

Indice

  • Offerte ho-mobile
  • Come attivare la SIM ho-mobile
  • Come attivare Internet SIM ho
  • Cosa fare in caso di problemi

Offerte ho-mobile

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel dettaglio della procedura su come attivare la SIM ho, ritengo sia importante spiegarti quali sono le offerte di ho-mobile, che è un operatore telefonico virtuale controllato da una società del gruppo Vodafone.

Ebbene, l’unica offerta attiva è quella che viene venduta al prezzo base di 11,99 euro al mese, che offre 50 Giga in 4G Basic (con velocità di navigazione fino a 30 Mbps), minuti ed SMS illimitati.
Tuttavia, quest’ultima può essere attivata a un prezzo di 6,99 euro al mese se si effettua la portabilità del proprio numero da Iliad, Kena Mobile o un altro operatore virtuale (MVNO).
Tra i servizi inclusi nell’offerta, non mancano l’hotspot, il trasferimento di chiamata e l’avviso di chiamata.
L’attivazione della SIM costa 9,99 euro una tantum, mentre la prima ricarica è di 12,00 euro senza portabilità e di 7,00 euro con portabilità.

Per attivare l’offerta, devi semplicemente collegarti al sito ufficiale di ho-mobile e premere sulla voce SCOPRI, in base alla promozione che fa al caso tuo.
Dopodiché, seleziona la voce ACQUISTA e segui le indicazioni che compaiono a schermo, scegliendo se ricevere a casa la SIM oppure se ritirarla e pagare in un punto vendita aderente (edicole comprese).

Dovrai quindi fornire i tuoi dati e, nel primo caso, sarà necessario anche configurare un metodo di pagamento.
In ogni caso, il portale ufficiale di ho-mobile ti spiegherà tutto passo passo.

Come attivare la SIM ho-mobile

IMMAGINE QUI 2

Fammi indovinare, hai appena ricevuto la tua SIM ho-mobile ma non hai ben capito come configurarla.
Non preoccuparti:
ti spiego subito come fare.

Nel caso tu ti sia recato in negozio, la tua SIM è già stata attivata, visto che hai effettuato la verifica dell’identità mostrando un documento di riconoscimento agli addetti presenti nel punto vendita.
Se, invece, ti sei fatto recapitare la SIM direttamente a casa, dovrai procedere tramite l’applicazione ufficiale dell’operatore.

Per scaricare e installare l’app ho. sul tuo smartphone, apri il Play Store (se disponi di un dispositivo Android) o l’App Store (se hai un iPhone), cerca “ho” e premi sull’icona dell’app (la scritta bianca “ho.” su sfondo viola) nei risultati della ricerca.
Dopodiché, premi sulla voce Installa/Ottieni e, se sei su iOS, verifica la tua identità tramite Face ID, Touch ID o password dell’ID Apple.
L’applicazione è compatibile con dispositivi montanti la versione 4.4 o superiore di Android e quella 10 o superiore di iOS.

Una volta aperta l’applicazione, premi sulla voce ATTIVA LA SIM, presente in alto a destra, e inquadra il codice a barre presente sul retro della scheda che ti è stata fornita.
Nel caso tu abbia effettuato la portabilità, ti verrà richiesto di inserire il numero di telefono, scegliere se si trattava di una SIM Ricaricabile o di una SIM abbonamento e di spuntare la casella Richiedo il trasferimento del credito.
Fatto ciò, premi sulla voce CONFERMA, per proseguire.

IMMAGINE QUI 3

Adesso, sempre se hai effettuato la portabilità, devi inserire il seriale della vecchia SIM (il numero di 19 cifre che trovi impresso su quest’ultima).
Su iPhone, puoi accedere a questo dato recandoti in Impostazioni > Generali > Info > ICCID.
Su Android, invece, devi usare delle app di terze parti, come ti ho spiegato nel mio tutorial su come trovare l’ICCID della SIM.

Successivamente, si avvierà la videochiamata con un operatore ho-mobile, necessaria per verificare la tua identità.
Potrebbe esserti richiesto di fare tap sulla voce Consenti per garantire tutte le autorizzazioni del caso.
Tieni a portata di mano il documento d’identità e il codice fiscale che hai inviato in fase di registrazione, visto che l’operatore ti richiederà di inquadrarli con la fotocamera del tuo smartphone.

Una volta che l’operatore avrà verificato i tuoi dati, ti verrà richiesto di spuntare le caselle Aderisco al servizio di firma digitale e, nel caso di portabilità, Richiedo la portabilità del numero e Richiedo il trasferimento del credito residuo.
A questo punto, fai tap sulla voce Accetto le condizioni e inserisci il codice di sicurezza di 8 cifre che ti verrà inviato sul tuo numero di telefono.

Fatto ciò, ti verrà richiesto di impostare una password per il tuo account ho-mobile, che dovrà essere composta da almeno 8 caratteri e un numero.
Perfetto:
ora non ti resta che premere sulla voce AVANTI, per concludere la procedura di attivazione della SIM.
Potrebbero essere necessarie diverse ore prima che tutto venga configurato completamente.
Per ulteriori dettagli, ti invito a consultare il sito ufficiale di ho-mobile.

Come attivare Internet SIM ho

IMMAGINE QUI 4

Come dici?
Sei riuscito ad attivare la SIM ho-mobile ma non riesci a utilizzare i Giga compresi nell’offerta?
Probabilmente c’è qualche problema nella configurazione del tuo smartphone.

Per risolvere questa seccatura, spesso devi solamente attivare la connessione dati e chiamare gratuitamente il 421113, ovvero il numero che permette di configurare la rete ho-mobile attraverso una voce guida.

Nel caso tu non riesca ad attivare la connessione dati, su Android devi solamente recarti nelle Impostazioni (l’icona dell’ingranaggio che si trova in home screen o nel drawer), selezionare la voce Reti Mobili/Connessione dati e attivare l’opzione Connessione dati (o simili).
Un altro metodo è quello di tirare giù il menu delle notifiche e fare tap sull’icona delle due frecce (una in su e una in giù).
Per abilitare il 4G, recati invece nella sezione Reti Mobili/Connessione dati delle impostazioni, poi su Modalità rete e seleziona l’opzione 4G (nota bene:
in alcuni smartphone quest’opzione potrebbe non essere disponibile).

Se invece usi un iPhone, devi recarti  nel menu Impostazioni > Cellulare e attivare l’opzione Dati cellulare.
Per il 4G, invece, recati nella sezione Cellulare e fai tap su Opzioni dati cellulare.
Successivamente, seleziona la voce Abilita 4G e in seguito Voce e dati.
In ogni caso, ti ricordo che, a seconda della copertura, il tuo smartphone potrebbe funzionare in 3G o in H nelle zone in cui c’è poco segnale, nonostante tu abbia attivato il 4G.

IMMAGINE QUI 5

Nel caso in cui tu non sia ancora riuscito a risolvere, dovrai impostare manualmente le opzioni APN del tuo smartphone.
Se disponi di un dispositivo Android, devi solamente accedere alle Impostazioni, premere sulla voce Reti mobili/Connessione dati e poi su Profili/APN.
Se invece hai un iPhone, recati nel menu Impostazioni > Cellulare > Rete dati cellulare.

A questo punto, indipendentemente dal sistema operativo installato sul tuo smartphone, non ti resta che compilare il modulo proposto con i seguenti dati.

  • Nome della connessione:
    ho-mobile
  • APN:
    web.ho-mobile.it
  • Nome utente:
    (campo vuoto)
  • Password:
    (campo vuoto)
  • Tipo MVNO:
    IMSI (solo per alcuni smartphone Android)

Nel caso tu abbia invece bisogno di utilizzare il tuo smartphone come hotspot, dovrai impostare i seguenti parametri.

  • Nome della connessione:
    ho-mobile
  • APN:
    internet.ho-mobile.it
  • Nome utente:
    (campo vuoto)
  • Password:
    (campo vuoto)
  • Tipo MVNO:
    IMSI (solo per alcuni smartphone Android)

Da segnalare il fatto che, per alcuni smartphone Xiaomi o per dispositivi che supportano il dual-SIM, potrebbe essere necessario configurare ulteriori opzioni.
Per tutti i dettagli del caso, ti consiglio di dare un’occhiata alle linee guida ufficiali di ho-mobile.

Cosa fare in caso di problemi

IMMAGINE QUI 6

In alcuni casi, potrebbero esserci dei problemi imprevisti durante l’attivazione della SIM.
Per questo motivo, è bene imparare come contattare l’assistenza ho-mobile, che è stata creata proprio per risolvere problematiche di questo tipo.

Ci sono diversi metodi per contattare il servizio clienti di ho-mobile, ma quello più semplice consiste nel chiamare il numero verde 192121 da una SIM ho-mobile.
Se invece non sei ancora riuscito ad attivare la tua SIM e vuoi chiamare l’assistenza da un altro operatore, puoi usufruire del numero verde 800688788.

Il servizio è attivo dalle ore 09.00 alle 22.00 dal lunedì al venerdì e dalle ore 09.00 alle 20.00 di sabato e di domenica.
Nel caso tu voglia ulteriori informazioni sullo stato di portabilità della tua SIM, ti consiglio di chiamare il 421111, che ti fornirà ulteriori dettagli con un messaggio automatico.

Se invece hai già attivato la SIM, puoi accedere al servizio clienti anche tramite l’applicazione ufficiale.
In questo caso, devi solamente premere sull’icona delle due righe orizzontali, posta in alto a destra, e selezionare la voce Supporto dal menu che si apre.

IMMAGINE QUI 7

Oltre a questo, non manca la possibilità di utilizzare il sito ufficiale del supporto ho-mobile.
In questo caso, devi solamente scrivere una breve descrizione del problema che hai riscontrato (es.
“attivazione sim”) nell’apposito campo di ricerca e leggere e mettere in pratica le istruzioni che compaiono a schermo.

come attivare sim fastweb

come attivare sim fastweb

Hai intenzione di acquistare una SIM Fastweb da usare nel tuo smartphone ma, essendo poco pratico in termini di tecnologia, non hai la benché minima idea di quali operazioni compiere per riuscirci?
Vorresti effettuare la portabilità del tuo numero di cellulare verso Fastweb e ti piacerebbe ricevere aiuto in tal senso?
Direi allora che sei capitato sulla guida giusta, al momento giusto.

Quest’oggi, infatti, ti spiegherò come attivare una SIM Fastweb illustrandoti tutte le soluzioni a tua disposizione:
dalla procedura online a quella in negozio.
In tutti i casi, non hai nulla di cui preoccuparti, in quanto si tratta di una procedura abbastanza semplice e per la messa a segno della quale non è indispensabile essere degli esperti in fatto di telefonia.

Prima di ogni altra cosa, però, sarà mia premura illustrarti come effettuare la verifica della copertura, in modo tale da evitare eventuali brutte sorprese per quel che concerne la ricezione della linea.
Inoltre ti illustrerò le offerte più interessanti di Fastweb per la telefonia mobile.
Ora però basta chiacchierare ed entriamo nel vivo dell’argomento.
Ti auguro, come mio solito, buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

  • Verifica copertura Fastweb
  • Migliori offerte Fastweb
  • Attivare SIM Fastweb
    • Online
    • In negozio
  • In caso di dubbi o problemi

Verifica la copertura Fastweb

IMMAGINE QUI 1

Come ti dicevo a inizio guida, prima di spiegarti come attivare una SIM Fastweb, mi sembra doveroso indicarti come effettuare la verifica della copertura della rete mobile del gestore (che, come noto, opera sotto rete TIM), in modo da sincerarti del fatto che, una volta ottenuta la scheda, tu possa effettivamente usufruirne nelle zone di tuo interesse.

Per procedere, recati su questa pagina Web presente sul sito Internet di Fastweb, digita il nome della tua città nel campo apposito, sotto la dicitura Copertura servizi mobili Fastweb, e fai clic sul bottone Cerca adiacente.
Se vuoi, puoi abilitare anche la localizzazione automatica, facendo tap sul pulsante con il mirino e rispondendo in maniera affermativa all’avviso che vedi comparire nella parte in alto della finestra del browser.

Potrai così visualizzare il responso direttamente su una mappa.
Se vuoi, puoi anche filtrare la tipologia di connettività supportata facendo clic sui pulsanti 2G, 3G, 4G e 4G Plus.

Qualora la pagina non dovesse mostrare il tool per la verifica della copertura o nel caso in cui questo non dovesse essere raggiungibile, puoi utilizzare lo strumento analogo presente sul sito Internet di TIM, al quale puoi accedere collegandoti a quest’altra pagina, selezionando la scheda TIM le reti veloci che si trova in alto e compilando il campo apposito posto appena sopra la mappa con il nome della tua città, oppure premendo sul pulsante con il mirino, così come ti ho spiegato poc’anzi.

Se ritieni ti aver bisogno di ulteriori dettagli al riguardo, puoi fare riferimento al mio tutorial dedicato in maniera specifica alla verifica della copertura Fastweb.

Migliori offerte Fastweb

IMMAGINE QUI 2

Dopo aver verificato il grado di copertura della linea mobile, passiamo al setaccio quelle che sono le migliori offerte di Fastweb riservate a chi intende attivare una nuova SIM oppure vuole effettuare la portabilità del numero:
le trovi indicate qui di seguito.
Scegli pure quella che ritieni possa rispondere maggiormente alle tue necessità.

  • Mobile Base – è l’offerta base di Fastweb per la telefonia mobile.
    Al costo di 1,95 euro/mese, consente di usufruire di 100 minuti di chiamate e 100 SMS verso tutti + 1 GB di traffico Internet in 4G.
    Maggiori info qui.
  • Mobile Voce & Giga – al costo di 7,95 euro/mese, questo piano offre 1.000 minuti verso tutti e 100 SMS + 30 GB di traffico Internet in 4G.
    Maggiori info qui.
  • Mobile Freedom – è l’offerta mobile più completa del gestore.
    Al costo di 9,95 euro/mese, consente di fruire di minuti illimitati e 100 SMS + 30 GB di traffico Internet in 4G.
    Maggiori info qui.

Le offerte appena menzionate permettono di sfruttare i minuti sia in Italia che verso 60 destinazioni estere.
In caso di superamento delle soglie mensili, è possibile continuare a telefonare pagando 5 cent./min.
(senza scatto alla risposta), inviare SMS al costo di 5 cent.
cadauno e navigare in Internet pagando 2 euro per ogni GB di navigazione (per un massimo di 10 GB al mese).

Qualora la cosa ti interessasse, ti segnalo che nel listino di Fastweb è presente anche un’offerta a consumo, denominata Mobile a Consumo, la quale non presenta costi fissi mensili e consente di effettuare chiamate a 5 cent./min., di inviare SMS al costo di 5 cent.
cadauno e di navigare in Internet pagando 94 cent./MB.
Maggiori info qui.

Esiste poi anche un piano solo dati, che prende il nome di Mobile Internet 15 GB, che al costo di 14,95 euro/mese consente di fruire di 15 GB di traffico Internet in 4G.
Una volta terminati i GB, è possibile continuare a navigare in Rete al costo di 2 euro per ogni GB extra (sino a un massimo di 10 GB al mese).
Maggiori info qui.

Da notare, inoltre, che per alcune delle offerte di cui sopra è previsto il contributo di attivazione della SIM, pari a 5 euro, e il pagamento anticipato della prima ricarica, pari ad almeno 5 euro.

Attivare SIM Fastweb

Veniamo ora al nocciolo vero e proprio della questione e andiamo a scoprire, in dettaglio, come attivare una SIM Fastweb.
Come anticipato in apertura del post, la cosa è fattibile in vari modi:
online oppure recandosi in negozio.
Per saperne di più, prosegui pure nella lettura, trovi spiegato tutto in dettaglio qui di seguito.

Online

IMMAGINE QUI 3

L’attivazione online è una delle soluzioni più comode per ottenere una SIM Fastweb.
Tramite il sito Internet ufficiale del gestore telefonico, infatti, è possibile richiedere una nuova scheda e riceverla direttamente a casa:
vediamo subito in che modo.

In primo luogo, avvia il browser che usi di solito per navigare in Rete dal tuo computer (es.
Chrome) e collegati al sito Internet di Fastweb.
Porta poi il puntatore del mouse sulla voce Mobile che trovi in cima e seleziona l’offerta che desideri attivare tra quelle annesse al menu che ti viene mostrato.

Nella pagina dedicata all’offerta che ora visualizzi, clicca sul bottone Acquista online che trovi a destra, sotto il riepilogo dei costi da sostenere, e indica se sei già cliente Fastweb o meno sulla linea fissa premendo sul pulsante corretto in risposta all’avviso che compare sullo schermo.

Nella pagina successiva, se avevi indicato di essere già cliente Fastweb, effettua il login all’area clienti compilando con i dati richiesti i campi appositi su schermo.
Se, invece, intendi effettuare la portabilità del numero, seleziona la voce in risposta all’apposita domanda e digita il tuo numero di telefono, il relativo seriale, l’operatore di provenienza, la tipologia di contratto e spunta la voce relativa al trasferimento del credito residuo.
Se, invece, vuoi ottenere un nuovo numero seleziona la voce No.

Verifica poi che l’indirizzo riportato sotto la dicitura Indirizzo per l’invio della SIM sia quello corretto (altrimenti premi sul bottone Modifica e correggilo) e fai clic sul bottone Prosegui, che si trova in basso, per proseguire.

Se non sei già cliente Fastweb per la linea fissa, compila il modulo che ti viene proposto con i tuoi dati personali (nome, cognome, codice fiscale ecc.), specifica l’indirizzo per l’invio della SIM, scegli se attivare un nuovo numero o effettuare la portabilità (e in questo secondo caso fornisci anche i dati della tua attuale scheda e seleziona l’opzione per il trasferimento del credito residuo) e clicca sul pulsante Prosegui posto in basso.

Successivamente, a prescindere dal fatto che tu sia già cliente Fastweb per la telefonia fissa o meno, fornisci e conferma i dati relativi alla fatturazione e al pagamento, visualizza il riepilogo relativo all’offerta scelta e alle informazioni fornite (e in caso di errori apporta le dovute correzioni) e conferma il tutto.

Dopo aver fatto ciò, nel giro di qualche giorno la nuova SIM Fastweb ti verrà consegnata a casa tramite corriere, al quale dovrai consegnare una copia di un tuo documento d’identità (se non eri già cliente sulla linea fissa).
In seguito, dovrai attendere l’attivazione della scheda e, se avevi richiesto la portabilità del numero, che la procedura necessaria per il passaggio da un operatore all’altro venga completata (solitamente occorrono un paio di giorni lavorativi).

In negozio

IMMAGINE QUI 4

Non hai un computer a portata di mano o comunque sia preferisci attivare una SIM Fastweb di persona, recandoti in negozio?
Ti spiego immediatamente in che modo riuscirci, è un gioco da ragazzi.

In primo luogo, individua il negozio Fastweb più vicino alla tua zona:
per riuscirci, apri il browser che in genere usi per navigare in Rete dal tuo computer, visita quest’apposita pagina Web disponibile sul sito Internet di Fastweb e digita il tuo indirizzo nel campo Inserisci località, che si trova in alto.
Dopodiché seleziona il suggerimento pertinente all’elenco che compare e clicca sul pulsante con la lente d’ingrandimento adiacente.

In alternativa, puoi sfruttare il sistema di localizzazione automatico, facendo clic sul pulsante con il mirino che trovi sempre nella parte in alto della pagina e rispondendo in maniera affermativa all’avviso che vedi comparire nella finestra del navigatore.

Una volta fatto ciò, visualizzerai tutti i negozi Fastweb presenti in zona direttamente su una mappa.
Per conoscerne l’indirizzo, l’orario e i giorni di apertura e chiusura, fai clic sul segnaposto del negozio di tuo interesse e prendi nota delle informazioni inserite.
In alternativa, puoi visualizzare i negozi presenti in zona anche sotto forma di elenco, facendo clic sul pulsante con l’elenco che trovi nella parte in alto a sinistra della pagina.

Successivamente, recati sul posto, avendo cura di portare con te un tuo documento d’identità, il tuo codice fiscale e, in caso di passaggio a Fastweb mantenendo il tuo numero, anche la SIM attuale.
Rivolgiti quindi a un addetto alla vendita ed esponi la tua richiesta.

Se vuoi attivare semplicemente una nuova scheda, indica l’eventuale offerta da sottoscrivere, fornisci i documenti richiesti, leggi e compila la documentazione che ti viene fornita e attendi l’attivazione della scheda.
Se, invece, vuoi effettuare la portabilità da altro operatore, esplicita la cosa, richiedi anche il trasferimento del credito residuo, segui le indicazioni fornite dall’addetto e attendi il completamento della procedura.

Conclusa l’attivazione della scheda, il numero associato a essa sarà disponibile nel giro di poche ore.
Se hai richiesto la portabilità del tuo numero attuale, dovrai attendere circa 48 ore:
un SMS ti confermerà il completamento del passaggio.

In caso di dubbi o problemi

IMMAGINE QUI 5

Hai seguito per filo e per segno le mie indicazioni ma c’è qualcosa riguardo il come attivare una SIM Fastweb che non ti è ancora molto chiaro?
In corso d’opera è sorto qualche intoppo al quale non sei riuscito a porre rimedio?
Date le circostanze, il miglior suggerimento che posso offrirti è quello di metterti in contatto con il servizio clienti dell’operatore.

Per riuscirci, chiama il numero 192193 e segui le istruzioni fornite dalla voce registrata, schiacciando il tasto corrispondente, a seconda di quelle che sono le tue necessità. Oltre che così come ti ho appena indicato, puoi metterti in contatto con Fastweb mediante social network:
mediante Facebook e Twitter, per essere precisi.
Per ulteriori approfondimenti al riguardo e per scoprire quali altri sistemi di contatto hai dalla tua, ti rimando alla lettura della mia guida su come parlare con un operatore Fastweb.

Potrebbe tornarti utile anche da uno sguardo a questa sezione del sito Internet di Fastweb dedicata all’assistenza.
Puoi trovarci tanti quesiti con risposta già pronta a quelle che sono le domande relative alle problematiche più comuni e diverse guide utili per fruire dei servizi Fastweb al meglio.

Per dubbi sul piano scelto per la SIM, ai servizi Fastweb e ai costi da sostenere, invece, puoi fare riferimento alla documentazione relativa a condizioni, qualità e carte servizi che trovi su questa pagina Web.

Se poi hai richiesto la portabilità del numero, puoi trovare maggiori dettagli sul da farsi nel mio tutorial dedicato in maniera specifica a come cambiare operatore telefonico e nella mia guida su come passare a Fastweb.

Invece, se hai già richiesto la portabilità e stai avendo delle difficoltà con il tuo precedente gestore, ti suggerisco di metterti in contatto direttamente con quest’ultimo.
Se non sai come riuscirci, puoi leggere le mie guide su come parlare con un operatore TIM, come parlare con un operatore Vodafone, come parlare con un operatore Wind, come parlare con un operatore Tre e come parlare con un operatore Iliad.

come attivare sim kena mobile

come attivare sim kena mobile

Hai trovato un’offerta di Kena Mobile che ti sembra perfetta per le tue esigenze, oltre che per le tue tasche, in quanto include un bundle con tanti minuti, SMS e Giga a un prezzo decisamente conveniente.
Ti sei dunque “fiondato” sul sito Internet dell’operatore e hai effettuato l’ordine della tua SIM.

Adesso che ti è stata finalmente ricapitata, vorresti sapere come attivare la SIM Kena Mobile poiché, non avendo mai effettuato un’operazione del genere, non sai come procedere.
Beh, se le cose stanno così, sappi che sarò lieto di aiutarti a fare luce sull’argomento, spiegandoti come attivare la scheda di questo noto operatore virtuale che si appoggia sulla rete TIM.

Allora, sei pronto per iniziare?
Sì?
Benissimo! Forza e coraggio:
mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui necessiti per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di mettere in pratica le indicazioni che sto per fornirti.
Sono convinto che, se seguirai le “dritte” che ti darò, attivare la tua SIM Kena non sarà affatto un problema.
Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

  • Informazioni preliminari
  • Attivazione nuova SIM Kena Mobile
  • Problemi attivazione SIM Kena Mobile

Informazioni preliminari

IMMAGINE QUI 1

Prima di illustrarti nel dettaglio come attivare una SIM Kena Mobile, permettimi di fornirti alcune informazioni preliminari che ti saranno senz’altro utili per poter sfruttare il piano incluso nell’offerta che hai sottoscritto.

Tanto per cominciare, ci tengo a dirti che la procedura di attivazione della SIM varia in base alla modalità di ricezione della stessa.
Se la SIM è stata acquistata presso un punto vendita, presso una tabaccheria o, ancora, si è optato per la ricezione della stessa tramite corriere, l’attivazione della scheda avviene in via del tutto automatica nel giro di 24 ore dall’acquisto o dal recapito della stessa.
Detta in termini spiccioli, se hai ottenuto la tua SIM in una delle modalità appena citate, non devi fare assolutamente nulla per attivare la scheda, se non configurare il tuo dispositivo per utilizzare il piano dati previsto nell’offerta sottoscritta (seguendo le istruzioni che ti ho fornito in quest’altra guida).

Se, invece, si è optato per l’acquisto della SIM online scegliendo di eseguire la propria identificazione tramite webcam, la scheda viene consegnata nella casetta delle lettere e poi bisogna attivarla effettuando una videochiamata con il customer care di Kena Mobile.
Nel prossimo capitolo della guida trovi spiegato come fare ciò.

Attivazione nuova SIM Kena Mobile

IMMAGINE QUI 2

Se stai leggendo questo capitolo della guida, evidentemente hai optato per l’attivazione della tua nuova SIM Kena Mobile via webcam, tramite il servizio Kena Check-In.
Ebbene, prima di procedere con la video-identificazione, accertati di avere a portata di mano la tua nuova SIM e il documento di identità che hai inserito al momento dell’ordine online.
Se poi hai richiesto la portabilità del numero, assicurati di avere disposizione anche la SIM del tuo vecchio operatore.

Ti rammento che l’operazione può essere effettuata da un computer dotato di webcam oppure da uno smartphone, facendo clic sul link che ti è stato inviato all’indirizzo email che hai fornito nel momento in cui hai effettuato l’ordine della SIM.

Se hai ricevuto la SIM Kena Mobile, la prima operazione che devi fare è cliccare sul link https://videoid.trusttechnologies.it/videoid/start/kena-mobile presente all’interno del messaggio di conferma della spedizione della SIM o, se preferisci, facendo clic sul pulsante INIZIA IL KENA CHECK-IN che trovi su questa pagina del sito Web di Kena Mobile.

Dopodiché apponi il segno di spunta sulla casella Non sono un robot presente nella pagina che si è aperta e dai il consenso riguardante l’accesso alla webcam e al microfono da parte del sito di Kena Mobile.
Fatta quest’operazione, apponi il segno di spunta sulla casella Selezionare qui  se il video della finestra è visibile e clicca sul pulsante grigio Inizia, posto in basso a destra, per avviare la procedura di video-identificazione.

IMMAGINE QUI 3

Adesso non devi far altro che fornire, negli appositi campi di testo, il codice dell’ordine che hai ricevuto via email e il tuo codice fiscale, cliccare sul pulsante grigio Inizia il Check-in e seguire le istruzioni che ti vengono fornite a schermo per avviare la videochiamata con un operatore del customer care di Kena Mobile. Tieni presente che il servizio di attivazione a distanza è gratuito ed è disponibile nei seguenti giorni e orari:
dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle 18:00 e il sabato dalle ore 09:00 alle 14:00.

Durante la video-chiamata, non dovrai fare altro che seguire le indicazioni che ti verranno date dall’operatore che ti assisterà:
dovrai confermare i tuoi dati anagrafici, mostrare il documento d’identità, il codice fiscale e la SIM che hai ricevuto via posta.
L’operatore provvederà quindi a fare una foto del tutto e ti mostrerà in video la documentazione contrattuale che hai ricevuto in allegato all’email di conferma del tuo ordine, chiedendoti di firmarla elettronicamente.

Per firmare la suddetta documentazione, dovrai semplicemente mostrare all’operatore il codice OTP che riceverai via SMS durante la video-chiamata e seguire eventuali altre istruzioni che ti verranno fornite dall’operatore stesso, in modo da procedere alla verifica della tua identità.
In tutto, la procedura di attivazione della SIM dovrebbe durare non più di 10-15 minuti.

Ti ricordo che, dopo aver attivato la SIM Kena Mobile, devi provvedere a configurare nel modo corretto il tuo dispositivo utilizzando i parametri indicati sul sito Web dell’operatore, altrimenti non sarai in grado di usufruire del piano dati incluso nella tua offerta.

Se hai difficoltà a compiere quest’operazione, ti suggerisco di dare un’occhiata alla guida in cui spiego in maniera dettagliata come configurare Kena Mobile.
Sono certo che anche questa lettura ti sarà molto utile.

Problemi attivazione SIM Kena Mobile

IMMAGINE QUI 4

Sono passate 24 ore da quando hai ricevuto la tua nuova SIM Kena Mobile, ma sembra che questa non sia ancora attiva?
Hai riscontrato problemi per quanto concerne la procedura di attivazione della SIM Kena Mobile via webcam?
Se hai risposto in maniera affermativa a una di queste domande e vuoi risolvere i problemi di attivazione della SIM Kena Mobile in tuo possesso, ti suggerisco di contattare il Servizio clienti dell’operatore.

Ci sono vari canali di assistenza che Kena Mobile ha messo a disposizione dei propri clienti.
In primis, è possibile contattare il customer care telefonicamente, chiamando il numero 181:
la telefonata è gratuita, a patto che venga fatta da una SIM Kena Mobile o da linea fissa TIM (chiamando da linee di altri operatori la telefonata è a pagamento e il costo varia in base al piano tariffario applicato dal gestore di appartenenza).
Il servizio è attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:00 alle 22:00.

In alternativa, se lo desideri, puoi inviare un messaggio all’indirizzo di posta elettronica assistenzaclienti@kenamobile.it oppure chiedere assistenza via social network, nella fattispecie inviando un messaggio privato su Facebook.

I metodi di assistenza appena indicati possono essere utilizzati in qualsiasi momento, ma sappi che riceverai risposta da parte di un operatore nei seguenti giorni e orari:
dal lunedì al venerdì, dalle ore 08:00 alle 22:00 e sabato, domenica e nei giorni festivi, dalle ore 09:00 alle 20:00.

come attivare sim postemobile

come attivare sim postemobile

Dopo averne sentito parlare bene dal tuo migliore amico, anche tu hai deciso di provare PosteMobile, l’operatore telefonico di Poste Italiane.
Prima di uscire di casa per recarti presso l’ufficio postale della tua città e rischiare di perdere tempo prezioso in attesa del tuo turno, ti sei domandato se esistono altre soluzioni per richiedere una SIM PosteMobile.
Se non hai ancora trovato una risposta alla tua domanda, sarai contento di sapere che l’attivazione presso un ufficio delle Poste è solamente una delle soluzioni a tua disposizione.

Infatti, è possibile richiedere una nuova SIM dell’operatore telefonico di Poste Italiane anche comodamente da casa, sia da computer che prenotando una chiamata da parte di un addetto.
Inoltre, devi sapere che riceverai la tua nuova SIM direttamente a casa, con la possibilità di pagarla alla consegna in contanti senza costi aggiuntivi.
Comodo, vero?

Se non vedi l’ora di approfondire l’argomento e scoprire nel dettaglio come attivare SIM PosteMobile, non devi far altro che metterti bello comodo, prenderti cinque minuti di tempo libero e dedicarti alla lettura dei prossimi paragrafi.
Dopo aver scelto la soluzione d’attivazione che ritieni più comoda, metti in pratica le “dritte” che sto per darti e sono sicuro che riuscirai ad acquistare una SIM di Poste Italiane in men che si dica.
Buona lettura!

Indice

  • Attivare SIM PosteMobile online
  • Attivare SIM PosteMobile tramite telefono
  • Attivare SIM PosteMobile in ufficio postale

Attivare SIM PosteMobile da computer

IMMAGINE QUI 1

La soluzione più comoda e veloce per attivare una SIM PosteMobile è l’acquisto online.
Tale procedura consente di richiedere una SIM in completa autonomia, ricevendola direttamente a casa e senza costi aggiuntivi per la consegna.

Per l’attivazione di una SIM PosteMobile online, collegati al sito Web dell’operatore telefonico, fai clic sul pulsante Acquista presente in alto a destra e, nella nuova pagina aperta, scegli l’offerta più adatta alle tue esigenze.
Prima di procedere con l’acquisto, ti consiglio di leggere attentamente i dettagli dell’offerta e verificare i costi d’attivazione.

Seleziona, quindi, l’opzione Dettaglio offerta relativo al piano di tuo interesse e, nella nuova pagina aperta, fai clic sulla voce Termini e condizioni.
Devi sapere che l’acquisto online di una nuova SIM PosteMobile ha un costo d’attivazione una tantum che oscilla tra i 15 e i 20 euro e, spesso, l’intero importo viene incluso nella SIM come credito telefonico.

Fatta la tua scelta, pigia sul pulsante Acquista online e procedi con l’inserimento dei tuoi dati personali nei campi Nome, Cognome, Data di nascita, Sesso, Nazione di nascita, Provincia di nascita, Comune di nascita e Codice Fiscale.

Nella sezione Dati personali, indica il documento d’identità che intendi utilizzare (Carta d’identità e Patente) tramite il menu a tendina presente sotto la voce Tipologia di documento e inseriscine i dati nei campi Numero documento, Rilasciato da, Luogo rilascio, Data di rilascio, Data di scadenza, Numero di telefono mobile, Email e Conferma email.

Adesso, fai clic sulla voce Voglio nuovo numero per attivare una SIM con un nuovo numero di telefono, altrimenti pigia sul pulsante Voglio mantenere il mio numero.
In quest’ultimo caso, seleziona l’operatore di provenienza e inserisci i dati richiesti nei campi Numero da portare, Tipo di contratto (Ricaricabile o Abbonamento) e Inserisci seriale SIM. Se non sai come recuperare il codice seriale della tua SIM, puoi leggere la mia guida su come trovare il numero seriale della SIM.

Indica, poi, se vuoi trasferire il credito residuo della tua vecchia SIM pigiando sul pulsante presente sotto la voce Richiedo il trasferimento del credito residuo e apponi il segno di spunta accanto all’opzione Acconsento che l’operatore di provenienza comunichi a PosteMobile i dati personali necessari per la fornitura del servizio di portabilità del numero e del trasferimento del credito residuo ove richiesto.

IMMAGINE QUI 2

Per procedere con l’attivazione, inserisci i dati per la spedizione della SIM nei campi Nazione, Via/Piazza, Indirizzo, Numero, Provincia, Città e CAP e pigia sul pulsante Prosegui per accedere alla sezione Firma e pagamento.
Apponi, quindi, i segni di spunta necessari per accettare le condizioni contrattuali, dopodiché pigia sul pulsante Inviami il codice per ricevere un SMS contenente un codice utile per la firma del contratto, inseriscilo nel campo Inserisci codice e clicca sul pulsante Conferma.

Infine, scorri la pagina verso il basso e, nella sezione Pagamento, verifica il riepilogo dell’ordine.
Scegli, quindi, come effettuare il pagamento selezionando una delle opzioni tra Paga con Postepay, Paga con altre cartePaga in contanti alla consegna.

Nel primo caso, scegli se pagare tramite app Postepay inserendo il numero di telefono associato all’app nel campo Numero o tramite carta Postepay o Carta BancoPosta, inserendo i dati richiesti nei campi Nome titolare carta, Email, Numero carta, Scadenza e CVV/CVV2.

IMMAGINE QUI 3

Se, invece, preferisci utilizzare la tua carta di credito, inseriscine i dati nei campi Numero carta, Scadenza mese, Scadenza anno e CVV/CVV2, dopodiché pigia sui pulsanti Continua e Conferma per procedere con il pagamento e accedere alla sezione di riconoscimento, nella quale dovrai procedere con il riconoscimento facciale utilizzando la webcam del tuo computer.

In alternativa, puoi effettuare il riconoscimento utilizzando l’applicazione PosteMobile SIM&GO disponibile per dispositivi Android e iOS.
Dopo averla scaricata e avviata, inserisci il tuo codice fiscale nel campo apposito (o fai tap sull’icona della macchina fotografica per inquadrarlo utilizzando la fotocamera del dispositivo in uso), indica il codice identificativo del tuo ordine che ti è stato comunicato tramite email nel campo Numero ordine e pigia sui pulsanti Procedi e Ho capito.
Segui, quindi, la procedura d’identificazione e il gioco è fatto.
La SIM ti verrà consegnata direttamente nella tua cassetta postale entro due giorni lavorativi.

Devi sapere che se hai acquistato una SIM online scegliendo il pagamento con Postepay, Carta BancoPosta o con carta di credito, dovrai procedere anche con l’attivazione della SIM.
Per procedere, collegati al sito Internet di PosteMobile, inserisci i dati richiesti nei campi Codice FiscaleICCID (il codice riportato sulla SIM che hai ricevuto) e Numero d’ordine (ti è stato inviato tramite email) e pigia sul pulsante Attiva SIM.
In alternativa, puoi richiedere l’attivazione della SIM chiamando il servizio clienti PosteMobile al numero 160.

Infine, se hai scelto di pagare in contanti alla consegna, non devi far altro che attendere la consegna della SIM da parte dell’addetto incaricato: oltre a pagare in contanti l’importo dell’offerta attivata, dovrai fornire una copia di un tuo documento d’identità.
In questo caso, la SIM si attiverà in automatico entro 48 ore dalla consegna.

Attivare SIM PosteMobile tramite telefono

IMMAGINE QUI 4

I nuovi clienti che desiderano attivare una SIM PosteMobile tramite telefono, possono farlo con il servizio Prenota una chiamata, che consente di essere richiamati da un operatore della compagnia telefonica italiana e ottenere supporto nella procedura di acquisto di una nuova SIM.

Se ritieni l’attivazione tramite telefono la soluzione più adatta alle tue esigenze, collegati al sito Internet di PosteMobile, fai clic sulla voce Servizio clienti presente nell’angolo in basso a destra della pagina e pigia sui pulsanti Acquista SIM e Prenota una chiamata.

Nella nuova pagina aperta, inserisci i tuoi dati nei campi Nome, Cognome, Telefono, Codice fiscale e Email (non obbligatoria), dopodiché specifica la fascia oraria in cui preferisci essere contattato (Mattina 8-12, Pomeriggio 12-18 e Sera 18-20) tramite il menu a tendina presente accanto all’opzione Fascia oraria e apponi il segno di spunta richiesto per dichiarare di essere l’intestatario del numero inserito e di aver preso visione dell’informativa sulla privacy.

Infine, inserisci il codice di controllo visualizzato a schermo nel campo Digita il codice di controllo e pigia sul pulsante Avanti.
Riceverai una chiamata da parte di un operatore PosteMobile al numero indicato per il contatto e nella fascia oraria selezionata.

In alternativa, puoi prenotare una chiamata anche telefonando tu stesso al numero verde 800.100.160.
Dopo aver ascoltato il messaggio di benvenuto, pronuncia “Confermo” per procedere con la prenotazione della chiamata e lascia i tuoi dati personali seguendo le indicazioni fornite dalla voce registrata.
La chiamata è gratuita e il servizio è attivo 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

Ti sarà utile sapere che la SIM ha un costo d’attivazione che varia a seconda dell’offerta attivata e ti sarà consegnata all’indirizzo fornito all’operatore telefonico.
Al momento della consegna, oltre a procedere con il pagamento in contanti (non sono previsti costi aggiuntivi di spedizione), dovrai fornire una copia di un tuo documento d’identità e firmare i documenti forniti dall’addetto incaricato della consegna della SIM.
Quest’ultima, sarà attiva entro 48 ore dalla consegna:
un SMS ti confermerà l’avvenuta attivazione.

Attivare SIM PosteMobile in ufficio postale

IMMAGINE QUI 5

Se preferisci attivare una SIM PosteMobile di persona, puoi recarti presso l’ufficio postale e richiedere l’attivazione a un operatore.
Inoltre, ti sarà utile sapere che puoi richiedere una nuova SIM anche presso un Corner PosteMobile o un punto vendita Kipoint abilitato.

Per prima cosa, collegati quindi al sito ufficiale di Poste Italiane, fai clic sulla voce Servizi online presente in alto a destra e seleziona l’opzione Vieni in Poste.
Nella nuova pagina aperta, inserisci il tuo indirizzo o la tua città nel campo Cerca uffici postali e fai clic sull’icona della lente d’ingrandimento per visualizzare l’ufficio postale della tua zona.
Se, invece, vuoi trovare un punto Kipoint nelle tue vicinanze, collegati sul sito Internet di Kipoint, fai clic sulla voce Entra in Kipoint e scegli l’opzione Punti vendita dal menu che compare.

Prima di recarti presso l’ufficio postale o il punto Kipoint di tuo interesse, assicurati di avere con te il tuo codice fiscale, un tuo documento d’identità e una sua copia.
Rivolgiti, quindi, a un addetto alla vendita che ti fornirà un modulo da compilare e firmare.
Leggi con attenzione quanto riportato al suo interno e, in caso d’attivazione di una nuova SIM mantenendo il tuo numero, ricordati di specificare il trasferimento del credito residuo.

come attivare sim tim

come attivare sim tim

Stufo dei continui disservizi del tuo attuale operatore telefonico, hai deciso di affidarti a un’altra compagnia per le chiamate e la navigazione su Internet dal tuo smartphone.
Informandoti sul Web, hai trovato un’offerta TIM conveniente che include chiamate, messaggi e, soprattutto, un bel po’ di Giga di traffico dati, ma non hai la benché minima idea su come fare per sottoscriverla.
Beh, non vedo dove sia il problema:
se vuoi, ci sono qui io per aiutarti e spiegarti come riuscire nel tuo intento.

Se mi dedichi qualche minuto del tuo tempo libero, posso dirti come attivare SIM TIM e quali sono le soluzioni a tua disposizione.
Ebbene sì, puoi scegliere tra più opzioni per attivare una nuova SIM del noto gestore italiano:
se vuoi procedere in autonomia e ricevere la SIM comodamente a casa, puoi affidarti all’attivazione online che consente di effettuare l’ordine sul sito dell’operatore e di attivare l’offerta in pochi minuti.
Se, invece, hai urgenza di avere una nuova SIM, puoi recarti di persona presso un negozio TIM, attendere che l’addetto alle vendite raccolga i tuoi dati e tornare a casa con la tua scheda fra le mani.
Interessante, vero?

Se sei d’accordo, non perdiamo altro tempo in chiacchiere e passiamo subito all’azione: mettiti bello comodo, leggi con attenzione i prossimi paragrafi e scegli la soluzione di attivazione più adatta alle tue esigenze.
Provando a mettere in pratica le indicazioni che sto per darti, ti assicuro che riuscirai ad attivare una nuova SIM con TIM con semplicità.
Buona lettura!

Indice

  • Attivare SIM TIM online
  • Attivare SIM TIM tramite telefono
  • Attivare SIM TIM in negozio

Attivare SIM TIM online

IMMAGINE QUI 1

L’attivazione online è una delle soluzioni più comode per attivare una SIM TIM.
Tramite il sito ufficiale dell’operatore telefonico, è infatti possibile richiedere una nuova scheda e riceverla comodamente a casa.

Prima di attivare una SIM TIM online, devi sapere che al momento dell’acquisto è richiesto il pagamento di 25 euro:
5 euro per il costo della SIM e 20 euro di traffico incluso.
Il costo di attivazione e il primo mese dell’offerta scelta sono gratuiti.
Inoltre, ti sarà utile sapere che tutte le nuove SIM TIM sono attivate con il piano tariffario TIM BASE e Chat, che ha un costo di 2 euro/mese (il primo mese gratuito per i nuovi clienti).
Per la disattivazione, potrebbe esserti utile la mia guida su come cambiare piano tariffario TIM.

Fatta questa doverosa premessa, se sei pronto per attivare una SIM TIM online, collegati al sito Internet dell’azienda telefonica italiana, scorri la pagina verso il basso, individua la sezione Entra in TIM e fai clic sul pulsante Offerta mobile.
Nella nuova pagina aperta, puoi visualizzare l’offerta del momento e tutti i dettagli.
In alternativa, seleziona l’opzione Scopri tutte le offerte per visualizzare le tutte le offerte disponibili.

Individuata la soluzione più adatta alle tue esigenze, pigia sul relativo pulsante Attiva e procedi con l’ordine.
Inserisci, quindi, i tuoi dati personali nei campi Nome, Cognome, Codice fiscale, Provincia, Comune, Indirizzo, N.Civico, CAP, Indirizzo email, Telefono (fisso o mobile) e clicca sul pulsante Conferma.

Adesso, seleziona il tipo di documento che vuoi usare per la tua identificazione tra Carta d’identità, Patente, Passaporto e Permesso di soggiorno tramite il menu a tendina Scegli documento e inseriscine i dati nei campi Numero DocumentoData Emissione Documento.
Nella sezione Dati linea, apponi il segno di spunta accanto all’opzione Voglio attivare un nuovo numero per attivare una nuova SIM TIM con nuovo numero, altrimenti apponi il segno di spunta accanto alla voce Voglio passare a TIM e inserisci i dati della tua SIM attuale nei campi Numero telefono di altro operatoreOperatore attualeNumero seriale SIMTipo di servizio attuale (Abbonamento o Ricaricabile).
Se non sai come recuperare il numero seriale della tua SIM (chiamato anche ICCID), puoi leggere la mia guida su come recuperare ICCID TIM.

Adesso, leggi con attenzione le condizioni contrattuali e apponi il segno di spunta accanto alle voci Accetto relative alle opzioni Condizioni pre-contrattuali e Norme d’uso, dopodiché apponi i segni di spunta richiesti nella sezione Consenso al trattamento dei dati per finalità ulteriori all’esecuzione del contratto e pigia sul pulsante Conferma.

IMMAGINE QUI 2

Verifica, quindi, che i dati riportati nella sezione Dati di spedizione siano corretti, altrimenti procedi con l’inserimento dei dati corretti nei campi Nome, Cognome, Provincia, Comune, Indirizzo, N.Civico e CAP e pigia sul pulsante Conferma.
Infine, scegli la modalità di pagamento apponendo il segno di spunta accanto a una delle due opzioni disponibili.

  • Contanti alla consegna:
    consente di pagare in contanti direttamente al corriere al momento della consegna della SIM e di effettuare il riconoscimento di persona tramite la consegna di una copia del documento d’identità indicato in fase d’ordine.
  • Carta di Credito e Videoriconoscimento:
    permette di pagare subito utilizzando una carta di credito (Visa, MasterCard, Diners, Maestro, American Express).
    Una volta ricevuta la SIM, è necessario procedere con la procedura di videoriconoscimento con l’aiuto di un operatore TIM.

Se hai scelto l’opzione Contanti alla consegna, pigia sul pulsante Conferma acquisto per completare l’ordine.
Entro due giorni, sarai contattato dal corriere incaricato della consegna della SIM con il quale dovrai fissare un appuntamento:
al momento della consegna, dovrai fornire una copia del documento d’identità indicato in fase di ordine, firmare il contratto e pagare l’importo in contanti.
La tua nuova SIM sarà attiva entro 5 giorni dalla data dell’ordine online.
In caso di portabilità, saranno necessari ulteriori 2 giorni dal momento dell’attivazione della nuova SIM.
Tuttavia, potrai usare la SIM TIM con un numero provvisorio.

Se, invece, hai scelto l’opzione Carta di credito e Videoriconoscimento, inserisci i dati della tua carta nei campi Seleziona circuito, Numero carta, Codice di sicurezza, Titolare carta (deve essere lo stesso intestatario della SIM) e Data di scadenza e pigia sul pulsante Conferma acquisto.
Una volta ricevuta la SIM (solitamente ciò avviene in 3/4 giorni lavorativi), segui le istruzioni riportate nell’email ricevuta al completamento dell’ordine per effettuare il videoriconoscimento.

Negli orari stabiliti (dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 18.00 o il sabato dalle 09.00 alle 14.00), collegati alla pagina indicata nell’email e carica una copia del documento d’identità indicato in fase di acquisto in formato PDF, PNG o JPG e di massimo 5 MB.
Procedi poi con il videoriconoscimento con il supporto di un addetto TIM che, in collegamento audio e video, ti guiderà passo per passo nella procedura di riconoscimento.
Dopo aver eseguito tutti gli step indicati, la SIM sarà attiva in 24 ore mentre in caso di richiesta di portabilità, il tuo numero sarà portato in TIM nel giro di 2 giorni lavorativi.

Attivare SIM TIM tramite telefono

IMMAGINE QUI 3

I nuovi clienti che preferiscono attivare una nuova SIM TIM tramite telefono, possono farlo con il servizio Entra in TIM che consente di essere contattati da un addetto dell’azienda italiana, ottenere informazioni dettagliate e supporto nella procedura di attivazione della nuova SIM.

Per prenotare una chiamata da parte di un addetto TIM, collegati al sito ufficiale della compagnia telefonica, fai clic sulla voce Entra in TIM presente in basso a destra (se non visualizzi tale opzione, dovresti almeno visualizzare l’icona di una cuffia su sfondo rosso) e pigia sul pulsante Prosegui relativo alla voce Linea mobile.

Nella nuova pagina aperta, inserisci il numero di telefono sul quale vuoi essere contattato nel campo Numero di telefono e clicca sul pulsante Chiamami subito per prenotare la chiamata.
Il messaggio Richiesta di chiamata inoltrata ti confermerà l’avvenuta prenotazione.

In alternativa, puoi collegarti alla pagina Passa a TIM con operatore, inserire il numero di telefono sul quale vuoi essere chiamato nel campo apposito e pigiare sul pulsante Chiamami subito. Il servizio è disponibile gratuitamente dal lunedì al venerdì dalle ore 09.00 alle 21.00 e il sabato dalle ore 09.00 alle ore 19.00.  Per approfondire l’argomento, puoi leggere la mia guida su come farsi chiamare da TIM.

Attivare SIM TIM in negozio

IMMAGINE QUI 4

Attivare una SIM TIM in negozio è la soluzione migliore per chi ha l’esigenza di avere subito una nuova SIM.
Infatti, recandosi di persona in un negozio della nota azienda telefonica, è possibile richiedere e attivare una nuova scheda nel giro di pochi minuti.

Se ritieni l’attivazione di una SIM in negozio la soluzione più adatta alle tue esigenze, collegati al sito Web di TIM, individua la sezione TIM al tuo servizio e fai clic sull’opzione Trova il negozio più vicino a te.
Nella nuova pagina aperta, indica la tua provincia di residenza tramite il menu a tendina Seleziona una provincia e inserisci i dati richiesti nei campi Comune, Via o Piazza e CAP, dopodiché pigia sul pulsante Cerca per visualizzare i punti vendita presenti nella tua zona e i relativi dettagli (indirizzo, numero di telefono, servizi offerti).

Prima di recarti di persona presso il negozio TIM scelto, assicurati di avere con te un tuo documento d’identità, il tuo codice fiscale e, in caso di passaggio a TIM mantenendo il tuo numero, di avere anche la SIM attuale.
Inoltre, ti consiglio di dare una lettura alla mia guida dedicata alle offerte Passa a TIM per conoscere l’offerta più adatta alle tue esigenze.

Per attivare una nuova SIM TIM in negozio, rivolgiti a un addetto alla vendita ed esponi la tua richiesta.
Se vuoi attivare semplicemente una nuova SIM, indica l’eventuale offerta da sottoscrivere, fornisci i documenti richiesti e attendi la procedura di attivazione della SIM.
Se, invece, vuoi fare il passaggio a TIM da altro operatore, richiedi il servizio di portabilità e il trasferimento del credito residuo, segui le indicazioni fornite dall’addetto e attendi il completamento della procedura.

Ti sarà utile sapere che l’attivazione di una nuova SIM TIM in negozio ha un costo di 10 euro, con 0,01 euro di credito disponibile sulla SIM.
Se, invece, hai richiesto l’attivazione di una SIM associata all’acquisto di un device, il costo è di 5 euro con 0,01 euro di credito.

Conclusa l’attivazione della SIM, il numero associato a essa è disponibile nel giro di poche ore.
Se, invece, hai richiesto la portabilità del tuo numero attuale, dovrai attendere circa 48 ore:
un SMS ti confermerà il completamento del passaggio.
Infine, devi sapere che le nuove SIM TIM hanno attivo un servizio a pagamento chiamato 1 Giga di scorta TIM, che si attiva automaticamente ogni volta che viene superato il limite di traffico incluso nella propria offerta.
A tal proposito, potrebbe esserti utile la mia guida su come disattivare 1 Giga di scorta TIM.

come adattare una sim per iphone

come adattare una sim per iphone

Come probabilmente già saprai, i modelli più recenti di iPhone non utilizzano delle SIM card standard (tecnicamente chiamate Mini-SIM) ma dei formati di scheda più compatti denominati Micro-SIM (su iPhone 4/4S) e Nano-SIM (su iPhone 5 e successivi). Ormai tutti i principali operatori telefonici si sono attrezzati e le forniscono senza eccessivi problemi – cambiando gratuitamente le vecchie schede o richiedendo un contributo di massimo una decina di euro – ma in realtà si può fare tutto da soli e trasformare le SIM in MicroSIM o NanoSIM.
Come dici?
La questione ti interessa ma pensi di non essere in grado di adattare una SIM per iPhone?
Ma no, non hai motivo di preoccuparti… posso forniti io tutte le spiegazioni di cui hai bisogno.

Partendo dal presupposto che contrariamente alle apparenze adattare una SIM per iPhone non è affatto complicato e che chiunque può riuscire “nell’impresa” senza difficoltà, per fare in modo che l’intera procedura mediante cui adattare una SIM per iPhone vada per il verso giusto è indispensabile disporre di una mano abbastanza ferma e di una certa concentrazione.
Infatti, se per errore intacchi il chip presente sulla SIM rischi di rendere la scheda completamente inutilizzabile, tienine conto!

Fatta questa doverosa premessa, se sei realmente interessato a scoprire che cosa bisogna fare per poter adattare una SIM per iPhone ti invito a prenderti qualche minuto di tempo libero ed a concentrarti attentamente sulla lettura di questo tutorial.
Sono sicuro che alla fine riuscirai nel tuo intento e che qualora necessario sarai anche pronto a spigare ai tuoi conoscenti bisognosi di una dritta analoga come fare per ottenere il medesimo risultato.
Scommettiamo?

Prima di entrare nel vivo della guida e dunque di spiegarti passaggio dopo passaggio come fare per adattare una SIM per iPhone mi sembra doveroso fornirti un elenco di tutto ciò che ti occorre per poter effettuare questa operazione.

  • Un foglio A4 su cui andrai a stampare il modello per tagliare la SIM in modo preciso.
  • Una stampante per stampare il modello per tagliare la SIM.
  • Nastro biadesivo per fissare la SIM sul modello.
  • Un pennarello indelebile per tracciare sulla SIM le linee guida per il ritaglio.
  • Un paio di forbici per tagliare la SIM.
  • Una limetta o un po’ di carta abrasiva per limare i bordi della SIM prima di inserirla nell’iPhone.

Dopo aver reperito tutta “l’attrezzatura” necessaria ti invito a prendere nota dei codici ICCID e IMEI della scheda SIM che potrebbero andare persi durante il ritaglio.
In realtà questi codici si possono recuperare anche in altro modo, come ti ho spiegato nei miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI, ma è sempre meglio procedere con prudenza.

Ora che hai a tua disposizione gli strumenti indispensabili per effettuare il ritaglio della scheda ed ora che hai appuntato i codici ICCID e IMEI, il primo passo che devi compiere per poter adattare una SIM per iPhone andando a trasformare la tua attuale scheda in una dalle dimensioni più piccole è quello di scaricare sul tuo computer l’apposito modello realizzato da da Christian von der Ropp grazie al quale ottenere le linee guida per il ritaglio.

Per fare ciò clicca qui in modo tale da poterti subito collegare al sito Internet di riferimento del modello dopodiché pigia sul pulsante per effettuare il download del file che ti viene mostrato a schermo (la forma del pulsante e la posizione possono variare in base al browser Web e al sistema operativo utilizzato ma solitamente si tratta di un pulsante a forma di freccia posto in alto o in basso).
Se non compare alcuna pulsante per eseguire il download puoi salvare il modello per ottenere le linee guida per il ritaglio facendo pigiando con il tasto destro del mouse o del trackpad in un punto qualsiasi del documento e selezionando poi la voce Salva con nome o Salva (la voce può variare a seconda del browser Web o del sistema operativo da te utilizzato) dal menu che si apre.

IMMAGINE QUI 1

A download completato, apri il modello che hai appena scaricato sul computer, richiama il comando di stampa dal menu File e stampa quindi il documento su un foglio A4.
Prima di dare il via alla procedura di stampa verifica che il livello di zoom sia impostato su 100% altrimenti rischi di ottenere un documento dalle proporzioni alterate e quindi non utilizzabile per poter adattare una SIM per iPhone.

Al termine della stampa lascia asciugare il modello appena ottenuto per qualche minuto dopodiché adagia su di esso la scheda da ritagliare facendo attenzione a posizionarla nel punto giusto: se devi trasformare una SIM standard in una MicroSIM per iPhone 4/4S posiziona la scheda sul modello MiniSim (2FF) to MicroSIM (3FF), se devi trasformare una SIM standard in una NanoSIM per iPhone 5 e successivi posiziona la scheda sul modello MiniSIM (2FF) to NanoSIM (4FF) mentre se devi trasformare una MicroSIM in una NanoSIM per iPhone 5 e successivi posiziona la scheda sul modello MicroSIM (3FF) to NanoSIM (4FF).
In seguito, prendi un po’ di nastro biadesivo e fissa la SIM nel punto in cui hai appena provveduto a posizionarla.

Procedi ora prendendo il pennarello indelebile che hai provveduto a procurarti e traccia sulla scheda le linee guida che vedi sul modello:
le due linee orizzontali, le due linee verticali e la linea diagonale che si trova in basso a destra.

Distacca adesso la scheda dal foglio e utilizza un paio di forbici in modo tale da effettuare il ritaglio per poter adattare una SIM per iPhone.
Ti rinnovo l’invito a cercare di fare il più possibile attenzione a non intaccare la circuiteria e a non tagliare più plastica del dovuto altrimenti ti ritroverai tra le mani un pezzo di plastica pronto ad essere gettato nel cestino della spazzatura!

Al termine del lavoro, dovresti ottenere una SIM microscopica senza più bordi di plastica a contornare il chip (o quasi).
In teoria potresti già inserirla nel tuo iPhone e vedere se funziona, ma prima di fare ciò ti consiglio di prendere una limetta per le unghie o un po’ di carta abrasiva e di limare i bordi della scheda per renderla più liscia.

Fatto anche questo, afferra il tuo iPhone ed inserisci la scheda tagliata nell’apposito alloggiamento dello stesso.
Se necessiti di maggiori dettagli a riguardo puoi seguire le indicazioni presenti nel mio articolo su come inserire SIM iPhone mediante cui ho provveduto a spiegarti passaggio dopo passaggio come fare.

IMMAGINE QUI 2

In seguito, accendi il “melafonino” ed incrocia le dita affinché il dispositivo riconosca senza problemi la SIM tagliata. Se tutto è filato per il verso giusto, entro qualche minuto vedrai comparire il nome del tuo operatore nella parte in alto del display del tuo iPhone.
Successivamente potrai quindi effettuare e ricevere chiamate, inviare messaggi, navigare su Internet in 3G/LTE e via di seguito così come hai sempre fatto sino a prima di mettere in pratica tutta la procedura per adattare una SIM per iPhone.

Se necessiti di ulteriori dettagli riguardo i passaggi da effettuare ti suggerisco di dare uno sguardo su YouTube dove puoi trovare numerosi video mediate i quali viene illustrato in maniera abbastanza precisa come procedere per adattare una SIM per iPhone.

IMMAGINE QUI 3

Se i lavori di precisione non sono il tuo forte, o semplicemente ritieni la procedura che ti ho appena illustrato un po’ troppo lunga da portare a termine, puoi tagliare le SIM adoperando un apparecchio che si chiama SIM cutter.

I SIM cutter sono degli strumenti che – come suggerisce abbastanza facilmente il loro nome – permettono di adattare Mini-SIM in Micro-SIM o Nano-SIM in maniera semplice e precisa evitando di intaccare i chip o di commettere errori nella fase di ritaglio delle schede. Hanno prezzi compresi fra i 4,00 euro e i 10,00 euro e si possono acquistare da tutti i principali negozi online, come Amazon.

IMMAGINE QUI 4

CUTTER PER OTTENERE UNA MICRO SIM DA UNA SIM STANDARD

Vedi offerta su Amazon

IMMAGINE QUI 5

2 in 1 Dual Cutter Taglierina per Micro Sim / Nano Sim per iPhone 5 5S…

Vedi offerta su Amazon

Funzionano un po’ come gli apparecchi per forare i fogli di carta:
basta cioè inserire la scheda al loro interno e premere.
Per saperne di più, puoi comunque dare uno sguardo su YouTube dove puoi trovare numerosi video mediate cui viene illustrato in maniera abbastanza dettagliata il procedimento da mettere in pratica.

IMMAGINE QUI 6

Infine, non dimenticare, così come ti accennavo ad inizio guida, che ormai tutti i principali operatori telefonici nazionali permettono di effettuare la sostituzione della propria SIM con una scheda dalle dimensioni più piccole e dunque adatta ad essere inserita nell’apposito scompartimento dell’iPhone.
Basta recarsi in un qualsiasi punto vendita del proprio operatore, compilare un modulo e fornire un proprio documento di riconoscimento e nel giro di qualche minuto la nuova SIM viene attivata in sostituzione della vecchia scheda. Ovviamente la nuova scheda avrà lo stesso numero e lo stesso credito residuo della precedente.

Come ti dicevo, i costi dell’operazione sono variabili:
alcune aziende, tramite i loro punti vendita ufficiali, consentono di cambiare la scheda a titolo gratuito mentre altre richiedono un contributo che può arrivare fino a 10,00 euro indipendentemente dal tipo di abbonamento sottoscritto e dallo stato della SIM da sostituire. Per avere maggiori dettagli ti invito a consultare le apposite linee guida presenti sui siti Internet ufficiali di TIMVodafoneWind e Tre.
Se il tuo gestore è diverso da quelli appena indicati prova a cercare maggiori info collegandoti al relativo sito Internet e dando un’occhiata alla sezione dedicata all’assistenza oppure alla gestione della SIM.

Nel malaugurato caso in cui la procedura mediante cui adattare una SIM per iPhone non andasse a buon fine e/o qualora riscontrassi qualche malfunzionamento nell’utilizzo della tua scheda, dopo aver eseguito il ritaglio puoi inoltre provvedere a recarti in un centro del tuo operare e dire al commesso di aver smarrito o rotto la scheda.
Fatto ciò, ti verrà chiesto di esibire un documento di identità e ti verrà fornita, a pagamento, una scheda SIM nuova di zecca.

come acquistare sim iliad

come acquistare sim iliad

Alcuni dei tuoi amici sono passati a Iliad e ti hanno parlato molto bene dell’operatore francese, diventato ormai famosissimo grazie alla sua politica di prezzi, a dir poco “aggressiva”.
Alla luce di ciò, anche tu stai pensando di lasciare il tuo operatore attuale per provare questa nuova “esperienza” ma, per riuscirci, devi prima capire come acquistare una SIM Iliad. Se le cose stanno effettivamente così, sappi che sei capitato nel posto giusto al momento giusto!

Nella guida di oggi, infatti, avrò modo di spiegarti per filo e per segno come acquistare una SIM Iliad sfruttando tutti i canali a tua disposizione.
Ti anticipo già che è possibile compiere l’operazione in oggetto sia online, direttamente tramite il sito dell’operatore, che da alcuni distributori fisici, denominati Simbox, presenti su tutto il territorio nazionale.

Allora, si può sapere che ci fai ancora lì impalato?
Coraggio:
mettiti bello comodo, prenditi tutto il tempo di cui hai bisogno per concentrarti sulla lettura dei prossimi paragrafi e, cosa ancora più importante, cerca di seguire le indicazioni che ti darò, così da non avere problemi nel portare a termine il cambio di operatore sul tuo cellulare.
Ti auguro buona lettura e ti faccio un grosso in bocca al lupo per tutto!

Indice

  • Quale offerta Iliad attivare
  • Come acquistare SIM Iliad online
  • Come acquistare SIM Iliad tramite Simbox
  • Cosa fare in caso di problemi o dubbi

Quale offerta Iliad attivare

IMMAGINE QUI 1

Prima di entrare nel vivo di questo tutorial e di vedere, insieme, come acquistare una SIM Iliad, mi sembra doveroso fare una breve panoramica sulle offerte che, nel momento in cui scrivo, fanno parte del listino ufficiale dell’operatore:
te le elenco di seguito.

  • Voce — include minuti ed SMS illimitati verso i numeri nazionali e i numeri di 60 destinazioni estere + 40MB di traffico Internet in 4G/4G+.
    Costa 4,99 euro/mese. Maggiori info qui.
  • Giga 40 — comprende minuti ed SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali e verso 60 destinazioni estere + 40 Giga di traffico Internet in 4G/4G+ e un bundle per l’estero composto da minuti ed SMS illimitati e 3 Giga di traffico Internet da usare in Europa.
    Costa 6,99 euro/mese. Maggiori info qui.
  • Giga 50 — comprende minuti ed SMS illimitati verso tutti i numeri nazionali e verso 60 destinazioni estere + 50 Giga di traffico Internet in 4G/4G+ e un bundle per l’estero composto da minuti ed SMS illimitati e 4 Giga di traffico Internet da usare in Europa.
    Costa 7,99 euro/mese. Maggiori info qui.

A prescindere dall’offerta che deciderai di attivare, ti ricordo che l’acquisto della SIM prevede una spesa di 9,99 euro una tantum.

Come acquistare SIM Iliad online

IMMAGINE QUI 2

Il modo più semplice per acquistare una SIM di Iliad è farlo online, procedendo direttamente dal sito dell’operatore.
Per procedere in tal senso, collegati alla home page del sito ufficiale di Iliad e clicca sul pulsante REGISTRATI che si trova immediatamente sotto il nome dell’offerta principale attualmente formulata dall’operatore.
Nel momento in cui scrivo, l’offerta principale che viene proposta è Giga 50, ma volendo puoi decidere di attivare anche Giga 40 o l’offerta Voce, facendo clic sui link che ti ho appena fornito.

La prima operazione che devi fare dopo aver pigiato sul pulsante di registrazione è decidere se effettuare la portabilità del tuo attuale numero in Iliad oppure se richiederne uno nuovo:
per procedere, apponi il il segno di spunta sull’opzione  o sull’opzione No (per questa guida ho deciso di fare la portabilità, selezionando quindi l’opzione ).

IMMAGINE QUI 3

Se anche tu hai optato per la portabilità del tuo numero in Iliad, fornisci i dati che riguardano la tua linea:
il numero della linea, ovvero il numero di cellulare che vuoi portare in Iliad; il nome del tuo attuale operatore, il tipo di contratto sottoscritto e il numero seriale della SIM (ICCID).

Per trovare il codice ICCID, guarda sul retro della SIM oppure fai quanto segue:
su Android, scarica l’app Portabilità Seriale SIM per verificare questa informazione; su iPhone recati nel menu Impostazioni > Generali > Info e individua la voce ICCID situata nella parte inferiore della schermata.

Apponi, quindi, il segno di spunta sull’opzione che riguarda il trasferimento del credito residuo, così che sul tuo numero Iliad venga trasferito anche il credito residuo che avevi eventualmente accumulato sulla “vecchia” numerazione e clicca sul pulsante Conferma il mio numero, situato in basso a destra, per passare allo step successivo.

Adesso ti viene chiesto di fornire alcuni tuoi dati personali:
specifica, quindi, il tuo genere (o F), il tuo nome, cognome, codice fiscaledata di nascita, etc.
negli appositi campi testuali e, dal menu a tendina Documento d’identità, seleziona il documento d’identità che intendi caricare per procedere con la verifica della tua identità (es. Carta d’identità), ricordandoti di fornire anche il numero di quest’ultimo.

IMMAGINE QUI 4

Successivamente, fornisci il tuo indirizzo email nei campi di testo situati in basso a destra, clicca sul pulsante Accetto e seleziona un metodo di pagamento da usare per acquistare la SIM ed effettuare la prima ricarica dell’offerta selezionata (es.
addebito su carta di pagamento, addebito su conto corrente SEPA opzione per il pagamento manuale).

Dopo aver selezionato il metodo di pagamento che preferisci, clicca sul pulsante Conferma il mio metodo di pagamento e scegli il metodo che vuoi usare per la verifica della tua identità: Spedizione ordinaria e video identificazione, per verificare la tua identità tramite la registrazione di un video con la webcam del computer e ricevere la scheda via posta, oppure Spedizione e identificazione tramite corriere, per ricevere la SIM via corriere ed essere identificato da quest’ultimo tramite la consegna di una copia di un tuo documento d’identità valido.

IMMAGINE QUI 5

Fatto anche ciò, pigia sul bottone Conferma il metodo di spedizione, scrivi nell’apposito campo di testo il codice di verifica che nel frattempo dovresti aver ricevuto via SMS, metti il segno di spunta sulla casella riguardante il modulo di richiesta della portabilità (posta in basso a sinistra) e fai clic sulla voce Firma digitale.

Se hai richiesto la spedizione ordinaria tramite l’identificazione online, devi effettuare la registrazione del video e caricare la foto del documento d’identità scelto precedentemente.
Clicca, dunque, sul bottone Registra che si trova sotto la voce Il tuo video, seleziona l’opzione Attiva la webcam nella pagina che si apre e dai il consenso per l’uso della webcam (per evitare di incorrere in problemi in questa fase, ti suggerisco di usare il browser Google Chrome).

IMMAGINE QUI 6

Clicca, dunque, sul pulsante Inizia la registrazione, segui le indicazioni che vedi a schermo (dovrai semplicemente pronunciare la frase “Io sono [tuo nome e cognome] e scelgo Iliad“) e clicca prima sul pulsante tramite il quale fermare la registrazione e poi sul bottone Invia.

Provvedi, poi, a caricare il documento d’identità, così da consentire allo staff di Iliad di verificare la tua identità, facendo clic sul pulsante Carica situato sotto la dicitura Il tuo documento d’identità, effettuando il caricamento del fronte e del retro dello stesso nei formati accettati dal sistema (JPG, JPEG e PNG) e pigiando sui pulsanti InviaConferma la mia identificazione.

IMMAGINE QUI 7

Per concludere, rileggi con attenzione le informazioni che si trovano nella pagina di riepilogo dell’ordine e, se sei pronto per farlo, accetta le condizioni generali del servizio, mettendo il segno di spunta sulla casella  e poi pigiando sui bottoni Conferma il mio ordineConfermo il pagamento.

Una volta che avrai ricevuto la SIM Iliad acquistata online, dovrai accedere alla tua Area personale (per riuscirci, devi recarti sulla pagina che ti ho appena linkato, inserire negli appositi campi il tuo ID Utente e la Password d’accesso e cliccare sul bottone rosso Accedi), in modo tale da procedere con l’attivazione della SIM.
Se vuoi ulteriori delucidazioni sul da farsi, consulta l’approfondimento in cui spiego come attivare una SIM Iliad.

Come acquistare SIM Iliad tramite Simbox

IMMAGINE QUI 8

Oltre che tramite il sito Internet dell’operatore, è possibile acquistare una SIM Iliad anche tramite le Simbox.
Come facilmente intuibile anche dal loro nome, le Simbox sono dei distributori automatici di SIM Iliad presenti su tutto il territorio nazionale:
solitamente è possibile trovarle nei pressi di stazioni, centri commerciali e altri luoghi pubblici.

Tramite questi apparecchi, è possibile richiedere autonomamente una SIM e riceverla al momento.
Essendo dotati di schermo touch screen, il loro utilizzo è alquanto semplice e intuitivo.
Per ottenere una scheda, infatti, basta fornire il proprio indirizzo email, una carta di pagamento, i dati della SIM di cui si vuole eventualmente effettuare la portabilità e un documento di identità in corso di validità, così da effettuare la procedura di riconoscimento necessaria per completare la richiesta.

Per trovare le Simbox Iliad più vicine a te, recati su questa pagina Web, scrivi il nome della tua città o il CAP della località a te più vicina nell’apposito campo di testo e clicca sul suggerimento di ricerca che ti viene proposto. Così facendo, troverai l’elenco delle Simbox più vicine a te.

Cosa fare in caso di problemi o dubbi

IMMAGINE QUI 9

Hai riscontrato problemi o dubbi nell’acquisto della SIM Iliad?
In tal caso, non esitare a contattare Iliad telefonicamente:
chiama il numero 177, che è disponibile dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 22:00 e nel fine settimana e giorni festivi dalle 09:00 alle 20:00.
La chiamata è gratuita, a patto che venga fatta da rete Iliad, altrimenti vengono applicati i costi del piano tariffario sottoscritto con il proprio operatore.

In alternativa, puoi metterti in contatto con l’operatore francese tramite l’assistenza via social, disponibile sia su Facebook che su Twitter.
Per maggiori informazioni su come parlare con un operatore Iliad e su come chiamare Iliad, consulta gli approfondimenti che ti ho linkato.

come adattare microsim a sim

come adattare microsim a sim

Il tuo smartphone si è rotto, così per qualche giorno sarai costretto a usare un vecchio cellulare che avevi conservato per le emergenze.
Tuttavia nell’andare a togliere la SIM dal telefono ormai non più funzionante ti sei accorto che nello smartphone non è presente una SIM standard, bensì una MicroSIM che il vecchio cellulare non supporta.
Panico! E ora?
Beh, e ora ti aiuto io, naturalmente! Con la guida di oggi provvederò infatti a spiegarti, per filo e per segno, come fare per riuscire ad adattare MicroSIM a SIM.

Tutto quello che devi fare è leggere le “dritte” che trovi qui sotto e seguire la strada più comoda per le tue esigenze.
Prima che tu possa allarmarti e pensare a chissà cosa ci tengo a farti presente sin da subito che, contrariamente alle apparenze, adattare MicroSIM a SIM non è per niente complicato. Con un po’ di ingegno, puoi risolvere la situazione senza troppi problemi o esborsi economici, hai la mia parola.

Ti anticipo già che il primo ed il secondo metodo sono quelli più affidabili e consigliati nella maggior parte dei casi, la seconda soluzione è invece da prendersi in considerazione solo nelle situazioni più “disperate” in cui il tempo stringe e si ha urgenza di usare la scheda.
Ad ogni modo, la scelta di quale sistema adottare spetta a te.

Nota: Anziché adattare MicroSIM a SIM ti interessa capire come fare per intervenire in egual maniera su una NanoSIM? Nessun problema. Le indicazioni che trovi qui di seguito risultano valide anche in tal caso.
Se invece ti interessa trasformare la tua SIM card in altro modo, da’ uno sguardo al mio tutorial su come adattare SIM, si sicuro troverai la procedura che fa al caso tuo.

Metodo 1:
adattatore MicroSIM-SIM

IMMAGINE QUI 1

Se vuoi scoprire come adattare MicroSIM a SIM, la soluzione più pratica e semplice alla quale ti puoi affidare è l’utilizzo di un adattatore.
Esistono, infatti, dei piccoli adattatori in plastica grandi quanto una SIM standard (Mini-SIM, per essere precisi) che permettono di utilizzare le MicroSIM nei telefoni che non le supportano.

Per servirsene, è sufficiente inserire la scheda nell’adattatore, inserire l’adattatore nell’alloggiamento del cellulare per la SIM e il gioco è fatto.

Questi adattatori costano pochissimo, generalmente i prezzi vanno dai 4,00 euro ai 10,00 euro, e vengono generalmente venduti in kit che comprendono tre pezzi:
un adattatore di MicroSIM in SIM, un adattatore di NanoSIM in SIM ed un adattatore di NanoSIM in MicroSIM.
Puoi acquistarli in qualsiasi negozio di elettronica e in qualsiasi store online, come ad esempio su Amazon.

IMMAGINE QUI 2

3 in 1 adattatore Nano sim (Nano SIM to Micro SIM Card+ Micro SIM to S…

Vedi offerta su Amazon

IMMAGINE QUI 3

Adattatori Noosy da NANO SIM a SIM Card Standard Classica 3 in 1 Nano …

Vedi offerta su Amazon

Metodo 1 alternativo:
costruire un adattatore fai da te

IMMAGINE QUI 4

Se non hai un adattatore a portata di mano e devi urgentemente adattare MicroSIM a SIM per usarla in un telefono che non supporta questo tipo di schede e se il tuo sogno è sempre stato quello di condurre Art Attack, puoi ricorrere ad uno stratagemma molto originale ma efficace:
puoi costruire un adattatore “fai da te”.
Se la MicroSIM è ancora attaccata al cartoncino originale, puoi ritagliare il cartoncino delle dimensioni di una SIM standard ed usare la “scheda” ottenuta nel cellulare.
Incredibile ma vero, funzionerà regolarmente!

Di seguito trovi un elenco di ciò che hai bisogno per effettuare questa operazione:

  • Il cartoncino originale della SIM da ritagliare per costruire il tuo adattatore “artigianale”;
  • Un pennarello per ricalcare i bordi della scheda;
  • Un paio di fornici per tagliare il cartoncino della SIM;
  • Una limetta o un po’ di carta abrasiva per limare i bordi della SIM prima di inserirla nello smartphone.

Dopo aver reperito tutto il necessario, ti suggerisco inoltre di appuntare i codici ICCID e IMEI riportati sulla SIM che, qualora qualcosa andasse storto, potrebbero andare persi durante il ritaglio.
Tali codici, nel caso in cui te lo stessi chiedendo, servono nelle procedure di passaggio a nuovo operatore con portabilità del numero.
Questi codici si possono anche recuperare in altro modo, così come ho provveduto a spiegarti nei miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI, ma – come si suol dire – meglio prevenire che curare.
Non trovi?

Ora che hai a tua disposizione tutta “l’attrezzatura” necessaria ed ora che hai appunto i codici ICCID e IMEI puoi passare all’azione vera e propria.
L’operazione è semplicissima, ma devi essere molto preciso.
Devi appoggiare una SIM standard al cartoncino con la MicroSIM (in modo che il chip si trovi all’estremità sinistra), ricalcare con un pennarello i bordi della scheda e ritagliare il tutto con delle forbici.
Dopodiché, se lo ritieni necessario, utilizza una limetta o della carta abrasiva per limare i bordi del cartoncino ed inserisci quest’ultimo nel telefono, come se fosse una normalissima SIM.

Se ti è sfuggito qualche passaggio, puoi trovare diversi video tutorial su come realizzare questo adattatore di MicroSIM ultra-artigianale su YouTube.
Mi raccomando, però.
Ricorri a questa soluzione solo in casi di reale necessità e fai molta attenzione a non danneggiare il chip durante le operazioni di ritaglio del cartoncino, potresti danneggiare irrimediabilmente la scheda.

A lavoro terminato, inserisci nel tuo cellulare la SIM con a corredo l’adattare che hai appena costruito per potertene cominciare immediatamente a servire così come se nulla fosse mai accaduto.

Metodo 2:
sostituzione della scheda

IMMAGINE QUI 5

Se hai bisogno di una SIM in formato standard per periodi di tempo lunghi e se non sei molto pratico nell’arte del “fai da te” e vuoi dunque evitare di combinare casini, puoi aggirare la procedura per adattare MicroSIM a SIM che ti ho indicato nelle righe precedenti recandoti in un centro del tuo operatore telefonico e richiedendo la sostituzione della tua attuale scheda con una nel formato, per così dire, standard.

L’operazione sarà rapidissima e ti costerà circa 10,00 euro (il prezzo può variare a seconda dell’operatore e delle politiche attuate dallo stesso).
Per ulteriori dettagli, ti invito a consultare le apposite linee guida presenti sui siti Internet ufficiali di TIMVodafoneWind e 3 Italia.
Se il tuo gestore è diverso da quelli appena indicati prova a cercare maggiori info collegandoti al relativo sito Internet e dando un’occhiata alla sezione dedicata all’assistenza oppure alla gestione della scheda SIM.

Tieni inoltre presente che puoi recarti in un centro del tuo operatore anche nello sfortunatissimo caso in cui la procedura mediante cui adattare MicroSIM a SIM non andasse a buon fine e/o qualora ci fossero problemi.
Una volta raggiunto il negozio, di’ al commesso di aver smarrito o rotto la tua scheda.
Ti verrà chiesto di fornire un documento di identità e di verrà fornita, a pagamento, una nuova scheda nel formato che più preferisci.

come adattare sim a microsim

come adattare sim a microsim

Hai appena acquistato un nuovo smartphone o tablet con supporto 4G e, con amara sorpresa, hai scoperto che la tua vecchia SIM non funziona su di esso?
Ovvio, la stragrande maggioranza dei più recenti device mobile non supportano più le vecchie schede ma solo le Microsim che hanno dimensioni ancora più ridotte rispetto alle schede standard. A questo punto hai due opzioni a disposizione:
scendere di nuovo e procurarti una Microsim oppure scoprire, grazie alle indicazioni che sto per darti, come adattare SIM a Microsim tagliuzzando una SIM standard.

Prima che tu possa spaventarti e pensare a chissà cosa ci tengo a farti presente sin da subito che contrariamente alle apparenze adattare SIM a Microsim non è complicato. Tuttavia, per far si che le cose vadano per il verso giusto, è bene disporre di una mano abbastanza ferma e di una certa concentrazione, tienine conto.
Infatti, se per errore intacchi il chip presente sulla SIM rischi di rendere la scheda completamente inutilizzabile!

Fatta questa doverosa premessa, se sei dunque effettivamente interessato a scoprire che cosa bisogna fare per poter adattare SIM a Microsim ti suggerisco di prenderti una decina o poco più di minuti di tempo libero, di reperire tutta “l’attrezzatura” che sto per indicarti, di armarti di una buona dose di attenzione e di dedicarti alla lettura di questa guida.
Sono sicuro che alla fine potrai dirti soddisfatto e che qualora necessario sarai anche pronto e ben disponibile a spiegare ai tuoi amici bisognosi di ricevere un aiuto analogo come procedere per adattare SIM a Microsim.
Ma ora… bando alle ciance e diamoci da fare!

Come ti dicevo, il primo passo da compiere per poter adattare SIM a Microsim è quello di verificare di avere tutto l’occorrente a portata di mano.
Per effettuare questa operazione ti servono: un righello e un pennarello per definire l’area del ritaglio sulla scheda, un paio di forbici per tagliare la SIM e una limetta o un po’ di carta abrasiva per limare i bordi della SIM prima di inserirla nello smartphone o nel tablet.

Una volta reperito tutto il materiale necessario per poter adattare SIM a Microsim ti invito inoltre a prendere nota dei codici ICCID e IMEI della scheda che potrebbero andare persi durante il ritaglio.
In realtà questi codici si possono recuperare anche in altro modo, come ti ho spiegato nei miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI, ma è sempre meglio procedere con una certa prudenza.

A questo punto, tenendo conto del fatto che le dimensioni delle Microsim sono pari a 12×15 mm, utilizza il righello e il pennarello indelebile per tracciare sulla SIM le linee guida lungo le quali effettuare il taglio.
Se vuoi un consiglio, posiziona la SIM sul tavolo di lavoro con il chip rivolto verso di te e il “taglietto” diagonale in basso a destra.
In questo modo dovrai tracciare delle linee solo sul lato destro e in basso.

Una volta tagliata la SIM, facendo molta attenzione a non intaccare minimamente il chip (altrimenti, ti ripeto, la scheda risulterà inutilizzabile!), effettua un piccolo taglio diagonale in basso a destra simile a quello che era presente sulla SIM prima del taglio.
Infine, prendi la limetta per le unghie e comincia a limare i bordi della SIM, in modo da eliminare eventuali imperfezioni, e il gioco è fatto.

IMMAGINE QUI 1

Se non ti è chiaro qualche passaggio della guida e necessiti di maggiori dettagli puoi anche cercare su YouTube dei video che spiegano come tagliare le SIM in Microsim, ce ne sono a bizzeffe sia in inglese che in italiano.

Per facilitarti la vita e adattare SIM a Microsim in maniera più veloce e sicura puoi anche affidarti a uno schema prestampato e ritagliare la tua scheda seguendo le sue linee guida.

Qualora decidessi di servirti dello schema prestampato per adattare SIM a Microsim tieni però conto del fatto che dovrai provvedere a compeltare la strumentazione necessaria per riuscire “nell’impresa” con: un foglio A4 su cui andrai a stampare il modello per tagliare la SIM in modo preciso, una stampante per stampare il modello per tagliare la SIM, del nastro biadesivo per fissare la SIM sul modello

Una volta reperito l’altro materiale indispensabile per poter adattare SIM a Microsim procedi andando a scaricare il modello da utilizzare per il ritaglio.
Per fare ciò clicca qui in modo tale da poterti subito collegare alla pagina Web di riferimento del modello, pigia poi sul pulsante per effettuare il download del file che ti viene mostrato a schermo (la forma del pulsante e la posizione possono variare in base al browser Web e al sistema operativo utilizzato ma solitamente si tratta di un pulsante a forma di freccia posto in alto o in basso).
Se non compare alcuna pulsante per eseguire il download puoi salvare il modello per ottenere le linee guida per il ritaglio facendo pigiando con il tasto destro del mouse o del trackpad in un punto qualsiasi del documento e selezionando poi la voce Salva con nome o Salva (la voce può variare a seconda del browser Web o del sistema operativo da te utilizzato) dal menu che si apre.

IMMAGINE QUI 2

A download completato, provvedi a stampare lo schema sul foglio A4 facendo attenzione a impostare la percentuale di zoom sul 100% e a non alterare in alcun modo i parametri di stampa predefiniti:
se comprometti qualcosa in questo passaggio rischi di creare un modello con le misure sbagliate, quindi del tutto inutile.

Una volta stampato lo schema per poter adattare SIM a Microsim, appoggia la scheda nello spazio MiniSIM (2FF) to MicroSIM (3FF) (quello che si trova in alto a sinistra) facendola combaciare perfettamente con la sagoma stampata sul foglio.
Dopodiché, aiutandoti con una riga e seguendo con attenzione le linee guida dello schema, segna con un pennarello i punti in cui devi tagliare la scheda.

Bene.
Adesso prendi le forbici, ritaglia la SIM in Microsim facendo attenzione a non intaccare il chip e – come ti ho già indicato in precedenza – perfeziona il risultato finale limando i bordi della scheda con una limetta per unghie o con un po’ di carta abrasiva.

In seguito, a prescindere dal fatto che tu abbia scelto di adattare SIM a Microsim “manualmente” oppure utilizzando l’apposito modello, inserisci la scheda che hai ottenuto nel tuo smartphone o nel tuo tablet.
Se tutto è andato per il verso giusto, il dispositivo dovrebbe riconoscerla permettendoti di effettuare chiamate e navigare in rete tramite il tuo operatore.

Se hai paura di adattare SIM a Microsim usando un semplice paio di forbici perché non hai una mano particolarmente ferma e temi di danneggiare irrimediabilmente la tua scheda, puoi andare sul sicuro e completare il lavoro con un SIM cutter.
Non ne hai mai sentito parlare?

Come lascia chiaramente intendere il nome, i SIM Cutter sono degli strumenti che permettono di tagliare con assoluta precisione e senza alcun rischio le SIM adattandole al formato Microsim.
Li trovi facilmente su Internet, su Amazon o su altri negozi online, a prezzi che  variano dai 4,00 euro ai 10,00 euro a seconda del modello.

IMMAGINE QUI 3

CUTTER PER OTTENERE UNA MICRO SIM DA UNA SIM STANDARD

Vedi offerta su Amazon

IMMAGINE QUI 4

2 in 1 Dual Cutter Taglierina per Micro Sim / Nano Sim per iPhone 5 5S…

Vedi offerta su Amazon

Per adattare SIM a Microsim utilizzando un SIM cutter è sufficiente inserire la scheda all’interno dell’apparecchio e schiacciare, un po’ come si fa con gli strumenti che si utilizzano per fare dei fori sui fogli di carta.

Se necessiti di ulteriori dettagli riguardo i passaggi da eseguire per adattare SIM a Microsim utilizzando un SIM cutter anche in tal caso puoi rivolgerti ia YouTube dando uno sguardo ai video dedicati a come tagliare le SIM con i SIM Cutter.
Puoi trovare numerosi filmati mediate cui viene illustrato in maniera abbastanza dettagliata il procedimento da mettere in pratica.

IMMAGINE QUI 5

Detto questo, non dimenticare che ormai tutti i principali operatori telefonici nazionali permettono di effettuare la sostituzione della propria SIM con una Microsim con lo stesso numero e lo stesso credito residuo in maniera facile e veloce.
Basta recarsi in un qualsiasi punto vendita del proprio operatore, compilare un modulo e fornire un proprio documento di riconoscimento e nel giro di qualche minuto la Microsim viene attivata in sostituzione della vecchia SIM.
Più semplice di così?

I costi dell’operazione sono variabili:
alcune aziende, tramite i loro punti vendita ufficiali, consentono di cambiare la scheda a titolo gratuito.
Altri invece richiedono un contributo che può arrivare fino a 10,00 euro indipendentemente dal tipo di abbonamento sottoscritto e dallo stato della SIM da sostituire. Per ulteriori dettagli ti invito a consultare le apposite linee guida presenti sui siti Internet ufficiali di TIMVodafoneWind e Tre.
Se il tuo gestore è diverso da quelli appena indicati prova a cercare maggiori info collegandoti al relativo sito Internet e dando un’occhiata alla sezione dedicata all’assistenza oppure alla gestione della SIM.

Puoi inoltre recarti in un centro del tuo operatore nel malaugurato caso in cui la procedura mediante cui adattare SIM a Microsim non andasse a buon fine e/o qualora avessi riscontrato qualche malfunzionamento nell’utilizzo della tua scheda dopo aver eseguito il ritaglio.
Una volta raggiunto il negozio di’ al commesso di aver smarrito o rotto la tua scheda.
Ti verrà chiesto di fornire un documento di identità e ti verrà fornita, a pagamento, una Microsim nuova di zecca.

Hai acquistato uno smartphone di ultima generazione che richiede una Nanosim al posto della Microsim?
Nessun problema.
Seguendo una tecnica di ritaglio simile a quella che abbiamo visto insieme è possibile trasformare una scheda Microsim in Nanosim in maniera abbastanza facile e veloce:
trovi maggiori informazioni nel mio tutorial su come adattare Microsim a Nanosim.

come adattare sim a nano sim

come adattare sim a nano sim

Hai appena comperato un nuovo smartphone da utilizzare in sostituzione del tuo vecchio cellulare, tutto contento della cosa sei subito corso a casa per poterne cominciare immediatamente a sperimentare le funzionalità ma provando ad inserire la tua vecchia SIM nell’apposito scompartimento dello stesso ti sei accorso che la scheda non va bene perché è necessario disporre di una Nano SIM?
Se la risposta è affermativa ma se non hai intenzione di rivolgerti al tuo gestore per richiedere la sostituzione della scheda con una della misura giusta sono lieto di comunicarti che è comunque possibile risolvere andando ad adattare SIM a Nano SIM.

Come dici?
Pensi sia troppo complicato?
Ma no, non hai assolutamente motivo di preoccuparti.
Contrariamente alle apparenze adattare SIM a Nano SIM è una procedura abbastanza semplice da effettuare.
Tuttavia, per far si che le cose vadano per il verso giusto, è bene disporre di una mano abbastanza ferma e di una giusta dose di concentrazione, tienine conto.
Se per errore intacchi il chip presente sulla SIM rischi infatti di rendere la scheda completamente inutilizzabile, occhio!

Fatta questa doverosa premessa, se sei quindi realmente interessato a scoprire che cosa bisogna fare per poter adattare SIM a Nano SIM ti suggerisco di prenderti qualche minuto di tempo libero e di concentrarti attenuante sulla lettura di questa guida.
Sono sicuro che alla fine riuscirai nel tuo intento e che in caso di necessità saprai anche spiegare ai tuoi amici bisognosi di una dritta analoga come procedere.
Detto ciò, bando alle ciance e concentriamoci sui passaggi da eseguire.

Prima di entrare nel vivo della guida mi sembra doveroso fornirti un elenco di tutto ciò che ti occorre per poter adattare SIM a nano SIM.

  • Un foglio A4 su cui andrai a stampare il modello per tagliare la SIM in modo preciso.
  • Una stampante per stampare il modello per tagliare la SIM.
  • Nastro biadesivo per fissare la SIM sul modello.
  • Un pennarello indelebile per tracciare sulla SIM le linee guida per il ritaglio.
  • Un paio di forbici per tagliare la SIM.
  • Una limetta o un po’ di carta abrasiva per limare i bordi della SIM prima di inserirla nello smartphone.

Una volta reperito tutto il “materiale” necessario ti invito inoltre a prendere nota dei codici ICCID e IMEI della scheda SIM che potrebbero andare persi durante il ritaglio.
In realtà questi codici si possono recuperare anche in altro modo, come ti ho spiegato nei miei tutorial su come recuperare ICCID e come risalire al codice IMEI, ma è sempre meglio procedere con prudenza.

Dopo aver reperito tutto il materiale necessario e dopo aver appuntato i codici ICCID e IMEI della tua scheda il primo passo che devi compiere per poter adattare SIM a Nano SIM è quello di scaricare sul tuo computer il modello grazie al quale ottenere le linee guida per il ritaglio.
Per fare ciò clicca qui in modo tale da poterti subito collegare alla pagina Web di riferimento del modello, pigia poi sul pulsante per effettuare il download del file che ti viene mostrato a schermo (la forma del pulsante e la posizione possono variare in base al browser Web e al sistema operativo utilizzato ma solitamente si tratta di un pulsante a forma di freccia posto in alto o in basso).
Se non compare alcuna pulsante per eseguire il download puoi salvare il modello per ottenere le linee guida per il ritaglio facendo pigiando con il tasto destro del mouse o del trackpad in un punto qualsiasi del documento e selezionando poi la voce Salva con nome o Salva (la voce può variare a seconda del browser Web o del sistema operativo da te utilizzato) dal menu che si apre.

IMMAGINE QUI 1

A download ultimato apri il modello che hai appena scaricato, richiama il comando di stampa dal menu File e stampa quindi il documento su un foglio A4.
Prima di dare il via alla procedura di stampa verifica che il livello di zoom sia impostato su 100% altrimenti rischi di ottenere un documento dalle proporzioni alterate e quindi non utilizzabile per poter adattare SIM a Nano SIM.

Al termine della stampa lascia asciugare il modello appena ottenuto per qualche minuto dopodiché prendi un po’ di nastro biadesivo e fissa la tua SIM nel campo MicroSIM (3FF) to NanoSIM (4FF) per tagliare.

IMMAGINE QUI 2

Procedi ora prendendo il pennarello indelebile che precedentemente hai provveduto a procurarti e traccia sulla scheda le linee guida che vedi sul modello:
le due linee orizzontali, le due linee verticali e la linea diagonale che si trova in basso a destra.

Distacca ora la scheda dal foglio e utilizza un paio di forbici per adattare SIM a Nano SIM.
Mi raccomando, cerca di fare il più possibile attenzione a non intaccare la circuiteria e a non tagliare più plastica del dovuto altrimenti ti ritroverai tra le mani un pezzo di plastica pronto ad essere gettato nel cestino dell’indifferenziata.

Le dimensioni finali della Nano SIM dovranno essere pari a circa 12 millimetri in larghezza e a 8 millimetri in lunghezza.
Considerando però che alcune minime imperfezioni sono tollerate pur avendo “sgarrato” di poco dovresti poter utilizzare la tua Nano SIM una volta completato tutto il procedimento.

Per finire, prendi una limetta oppure della carta abrasiva e lima leggermente i bordi della SIM dopodiché afferra il tuo smartphone ed inserisci la scheda tagliata nell’apposito scompartimento dello stesso.

IMMAGINE QUI 3

Se tutto è filato per il verso giusto entro qualche minuto vedrai comparire il nome del tuo operatore nella parte in alto del display del cellulare.
Successivamente potrai quindi effettuare e ricevere chiamate, inviare messaggi, navigare su Internet in 3G/LTE e via di seguito così come hai sempre fatto sino a prima di adattare SIM a Nano SIM.

Se necessiti di ulteriori dettagli riguardo i passaggi da effettuare ti suggerisco di dare uno sguardo su YouTube dove puoi trovare numerosi video mediate cui viene illustrato in maniera abbastanza dettagliata come procedere per adattare SIM a Nano SIM.

IMMAGINE QUI 4

Oltre a poter adattare SIM a SIM così come ti ho già indicato puoi eseguire tale operazione affidandoti a dei SIM cutter.
Trattasi di apparecchi che permettono di tagliare le SIM con estrema precisione evitando di danneggiarne il chip e senza dover armeggiare con forbici, pennarelli e quant’altro.

I SIM cutter si posso acquistare facilmente su Amazon e su altri negozi online, hanno prezzi che variano dai 4,00 euro ai 15,00 euro a seconda del modello e sono molto semplici da adoperare.
Per adattare SIM a Nano SIM con un SIM cutter è infatti sufficiente inserire la scheda al suo interno e… schiacciare, similmente a come si fa con gli strumenti che si utilizzano per fare dei fori sui fogli di carta.

Nello sfortunatissimo caso in cui si verificassero dei problemi nell’esecuzione della procedura mediante cui adattare SIM a Nano SIM e la scheda tagliata funzionasse male o non funzionasse, recati in un centro del tuo operatore e di’ di aver smarrito o rotto la scheda.
Ti verrà chiesto di fornire un documento d’identità e ti verrà data una nuova scheda nel formato che più preferisci, in questo caso specifico una Nano SIM.
Chiaramente l’operazione è a pagamento ma si tratta anche dell’unica soluzione possibile se sei interessato a poter ricominciare ad utilizzare senza problemi la tua scheda del nuovo formato. Generalmente il prezzo è pari a 10,00 euro indipendentemente dal tipo di abbonamento sottoscritto e dallo stato della SIM da sostituire.